IL REFLUSSO GASTROESOFAGEO
IL REFLUSSO GASTROESOFAGEO

Ernia iatale

Si tratta di una patologia con cui convive il 15% degli Italiani.

 

L'ernia iatale interessa lo stomaco, che, invece di rimanere al di sotto del diaframma, scivola verso l'alto, invadendo la zona del torace.

 

La "breccia" di passaggio è un foro nel diaframma detto iato esofageo atto a permettere il passaggio dell'esofago dalla porzione toracica a quella addominale.

In genere le pareti di questa struttura sono ben aderenti all'esofago; a volte, però, può succedere che questa apertura finisca per rilassarsi o dilatarsi, favorendo la risalita di una piccola parte di stomaco nel torace.

 

Il problema può essere congenito, ma nella maggior parte dei casi è causato da una perdita di elasticità dei muscoli a livello dello iato oppure può essere la conseguenza di un trauma addominale.

Sembra che ad aumentarne il rischio siano soprattutto i naturali processi di invecchiamento dei tessuti e di tutto l'apparato digerente. Giocano contro anche l'obesità, la gravidanza e il meteorismo.


L'ernia iatale può essere asintomatica, può dare disturbi legati al reflusso gastroesofageo, può dare sintomatologia dolorosa quando impegna lo iato esofageo distendendosi e, in un numero ristretto di casi, quando raggiunge grosse dimensioni può dare problematiche respiratorie e cardiache per il volume stesso che occupa nel torace. 

Lo scivolamento verso il torace del giunto esofagogastrico ne neutralizza entrambi i meccanismi antireflusso:

- lo Sfintere Esofageo Inferiore si trova a "lavorare" nel torace ove è presente una pressione negativa che si oppone al suo corretto funzionamento,

- in presenza di ernia iatale si ha l"apertura" dell'angolo di His che perde la sua funzione strutturale di contenzione

Classificazione

Tipo I - Parte dello stomaco e la giunzione scivolano in torace
Tipo II - Parte dello stomaco scivola in torace, giunzione in sede
Tipo III - Scivolano in torace stomaco, giunzione ed altri organi (colon, milza...)

Stampa Stampa | Mappa del sito
©ilreflusso.com